Guida alle città croate

Zara

ZaraZara (Zadar in lingua locale) è una delle più belle città della Croazia. Situata nel contesto geografico della Dalmazia, di cui ne è capoluogo nella sua parte settentrionale, è questa una tipica località della costa adriatica croata, con circa poco più di 81.000 abitanti.

Adagiata nella parte meridionale di quello che una volta era conosciuto come il Golfo della Serenissima, oggi Golfo del Quarnero, Zara ha molto da offrire al turista: i sensi quasi si disorientano da tanta bellezza, vagano negli angoli remoti della storia e della natura più accogliente, per poi essere riscaldati da intense sensazioni romantiche, provate lungo le vie della città. Zara è un misto di tutto questo; oggi come un tempo il profumo dei pini continua a inebriare l'aria mediterranea; accadeva di già con i soldati di Augusto, imperatore romano, che fecero di questo luogo un municipum recinto da salde mura, a cui avevano dato il nome di  Ladera.

La storia di Zara inizia ben prima dell'avvento di Roma, furono infatti i liburni, una tribù illirica, a fondarla probabilmente nel IX secolo a.C. Passano i secoli e la città diventa luogo di conquista e di dominio di svariate culture: l'impero di Bisanzio, il Regno d'Ungheria, la Repubblica di Venezia, i turchi con l'Impero Ottomano, l'Austria degli Asburgo, il Regno d'Italia, tutte a modo loro hanno lasciato un marchio indelebile nella città e nella Dalmazia intera.

Oggi Zara è una delle città più visitate dai turisti, ricca di attrazioni e di rari momenti culturali. Il centro storico lo troviamo situato nella tipica penisola urbana, circondato dai resti delle antiche mura veneziane, che furono in origine romane. I romani diedero l'attuale assetto urbano alla città, con strade ed edifici, poi sostituiti dalle strutture medievali e rinascimentali. Si rimane immediatamente sorpresi dalla bellezza della Kopnena vrata (Porta Terraferma), l'antica porta d'accesso all'allora città, costruita nel 1543 dall'architetto italiano Michele Sanmicheli, quando la città era sotto il dominio della Serenissima veneziana.

Una volta dentro il centro storico, lungo l'asse rettilineo che fu anch'esso romano, ci si dirige verso la zona che era del foro, il più grande di tutta la nazione, costruito nel periodo dell'imperatore Augusto. Lungo tutto il percorso si ammirano diversi monumenti storici: il palazzo Nassi in stile gotico veneziano, il convento di San Domenico, del Duecento, la chiesa di Sv. Mihovil. Un poco più avanti e si scorge il campanile della bianca chiesa di Santa Maria (Sv. Marija), fondata nell'XI secolo dai benedettini (non mancate di visitare il museo d'arte sacra situato all'interno). Voltato lo sguardo e ci si ritrova davanti ad una delle maggiori attrazioni di Zara, probabilmente il suo simbolo più rinomato: la chiesa di San Donato, una costruzione bizantina a base circolare del IX secolo, in stile romanico, uno dei monumenti meglio conservati dell'intera regione dalmata. Al suo interno si ammirano diverse reperti d'arte sacra, come la reliquia di San Simeone (1380).

Collegata alla precedente, troviamo la chiesa di Sant'Anastasia (Katedrala sv. Stozija), la cattedrale della città e sede arcivescovile. Costruita originariamente in periodo bizantino nel IX secolo, si ammira in particolare per l'elegante facciata in stile romanico e i due rosoni centrali dalle note tardogotiche. Zara è inoltre caratterizzata da particolari piazze (Trg in croato), quelle del centro storico corrispondono a parte del foro romano. Si ammirano in particolare trg Zeleni (piazza delle Erbe) con una bella scalinata e la trg Tri Bunara, dove vi troviamo due monumenti del periodo della serenissima: chiesa Gospa od zdravica (Santa Maria della Salute) e il Grande Arsenale veneziano del Settecento, oggi usato per vari eventi culturali.

I monumenti storici e le attrazioni turistiche di Zara sono veramente tante, le scoprirete durante il vostro percorso esplorativo della città. In aggiunta a quelle sopra esposte, non mancate di visitare la chiesa benedettina di San Crisogono, del 1175, il Museo Nazionale di Narodni Muzej, nei pressi di un'altra porta della città, la Porta del Mare. La sera, quando si è pronti per lo svago notturno, dirigetevi verso la piazza trg Narodni, per una passeggiata, continuando ad ammirare l'esterno di antichi palazzi rinascimentali. Non lontano la chiesa di San Simeone vi ricorda che sarebbe meglio visitarla l'indomani, anche per ammirare il prezioso tesoro custodito al suo interno, il sarcofago tardoromanico di San Simeone (1380). Per finire al meglio la serata, consigliamo la zona di Mihovila Pavlinovica, da dove si ammira uno splendido panorama sul mare.

Abbiamo dedicato ampio spazio alle attrazioni culturali, turistiche e notturne di Zara nelle sezioni appositamente create, non si può tuttavia qui non menzionare l'oramai celebre Organo del mare di Zara, un esperimento musicale che crea il proprio suono utilizzando il movimento delle onde del mare. Lo trovate dislocato nell'area delle Nova riva, nel lungo mare. Venne inaugurato nel 2005 secondo il progetto dell'architetto Nikola Ba ž .

Va ricordato, durante le vostre gite fuori porta nei dintorni di Zara, l'avviso anti-mine del Ministero degli Esteri, rimandiamo pertanto il visitatore alle pagine relative.

 

Ultimi articoli

Argomenti correlati

Articoli più letti

Voli economici per la Croazia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...